Visualizzazione post con etichetta Astrofisica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Astrofisica. Mostra tutti i post

giovedì 27 febbraio 2014

La NASA annuncia 715 nuovi pianeti extrasolari














La NASA ha annunciato la scoperta di 715 nuovi pianeti scoperti con la sonda Keplero.
Keplero, lanciato nel 2009, costato mezzo miliardo di dollari orbita attorno alla terra.

Il cacciatore di pianeti della NASA sta portando a casa dei buonissimi risultati. Il gioiello di tecnologia avanzata analizzerà una regione stellare di "pochi" miliardi di stelle per portare a casa il risultato finale:
"quante stelle della nostra Galassia hanno dei pianeti simili a quelli del nostro sistema solare?"

Per fare un paragone, sarebbe come se si andasse in un centinaio di case di una città come Torino e -  studiando le persone che ci sono all'interno - dare un risultato statistico su tutta la città......più o meno, ma molto simile a Keplero.

Se ad oggi, si contavano circa 1000 pianeti scoperti, in 3 anni Keplero ha sbancato: 715 pianeti in meno di 2 anni sono una botta di vita. I campioni analizzati vanno da Maggio 2009 a Marzo 2011.

Ma cosa cerchiamo? Mentre vengono identificati come massa (e la maggior parte è almeno 4 volte la massa della terra) si cerca di indagare se alcuni di loro si trovino nella cosiddetta "zona abitabile".
Come dire, se metto la mano troppo vicino al fuoco mi scotto, se la metto troppo lontano non sento il calore....mi scaldo ad una certa distanza che dipende dal fuoco, dalla mia mano, se il fuoco è sempre uguale. Insomma la terra è nella zona perfettamente abitabile.
Dati alcuni parametri, gli scienziati definiscono quali condizioni debbano essere soddisfatte perché possa esistere acqua, azoto, clorofilla, e così via.

4 di questi 715 pianeti, sono grossi poco più del doppio della Terra e orbitano nella "zona abitabile", ripeto potrebbero esserci le condizioni per avere acqua allo stato liquido, certo non Levissima o gasata, ma H20.

Un pianeta di questi 4, Kepler-296f (che cazzo di fantasia), orbita attorno ad una stella grande circa la metà del nostro Sole.
Kepler-296f - sembra il nome di una Moto da strada - è circa due volte più grande della terra. Questo vuol dire che ogni cosa peserebbe il doppio. Gli scienziati NASALI non si sono ancora espressi in merito alla conformazione del pianeta appena scoperto.

Tutto questo senza poter mai vedere in faccia questo pianeta.
Perché sarebbe come cercare di mettere una zanzara appoggiata sugli abbaglianti di una Citroen C3 mentre voi siete a 100 metri di distanza. E infatti sono stati costruiti strumenti come Keplero che studiano la luce emessa dal faro della macchina cercando di individuare delle anomalie - ripetitive o dubbie - che portano a dire che qualcosa è passato o continua a passare davanti: un pianeta.

Non si sa se su Kepler-296f e i suoi fratelli si possa parlare di vita intelligente come la nostra.
Non è solo una questione di distanza e di massa dalla stella, ci sono moooolte condizioni fisiche che "potrebbero" portare fino alla nascita di un uomo come noi, o anche meglio di noi....

Riuscirà mai la NASA a dirmi se qualcuno se la ride su almeno uno di essi?
NASA continua a cercare CASA.

Aspetto, ma se valesse il paragone con la zanzara sull'abbagliante, la vedo si, ma durissima.....




_____________
@luterronpower

mercoledì 4 dicembre 2013

Converse All Star


Eh si, sono le sere giuste queste per gustarsi una delle più ricche costellazioni del cielo invernale.

Parlo di Orione, visibile nel cielo stellato guardando verso sud.
Non voglio entrare nei particolari storici e mitologici.
Partiamo da un campionario di Converse All Star.


Per ogni Converse è possibile trovare una stella con quel colore.
Certo non tutte contenute nella costellazione di Orione ma basta "camminare" in lungo e in largo per beccarne qualcuna.




Ma stiamo su Orione.
Le stelle più luminose sono facilmente individuabili.

La stella rossa (supergigante) in alto a sinistra si chiama Betelgeuse.
Una delle stelle più grandi della nostra Galassia.
Se Betelgeuse fosse una bella anguria di circa 10Kg il nostro Sole sarebbe grosso come un semino.....
Mentre in basso a destra c'è Rigel, la stella più luminosa di Orione. Rigel è di colore azzurro.





Giusto per dare un'idea di massima. Ecco come apparirebbero se in fila alla cassa mettessimo il nostro Sole, Rigel e Betelgeuse.........





Ci sarebbe tanto da dire sulla cintura e la spada di Orione. Ecco proprio in mezzo alla spada c'è un reparto di Neonatologia di Stelle con un centinaio di sistemi solari in formazione.

Da quel che si sa Betelgeuse farà una brutta fine, prima o poi farà un gran bel botto. Una bella botta di Supernova.
Ma distando 600 anni luce, esplodesse in questo momento, chi di voi ci sarà nel 2613?....


"Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini."
D.Alighieri